PontePigneto

Sospesi

E’ riconosciuta al quartiere  Pigneto  una grande varietà di configurazioni spaziali, uno spirito fatto di relazioni, incontri, scoperte che attraversa e anima la materia che lo compone. Un reticolo di emozioni si sovrappone all‘edificato i cui nodi sono gli uomini che lo abitano. Un quartiere  “popolare” le cui modificazioni in atto sono la sottotraccia che abbiamo cercato di visualizzare nel progetto di un nuovo elemento. Abbiamo cercato di evidenziare con la scelta di una forma non riconducibile ai solidi della geometria classica la relazione che esiste e che informa la materia tra il quartiere e i suoi abitanti. Di pari passo ci siamo interrogati sul ruolo del Ponte e sui significati primordiali che una tale figura rimescola. Il ponte ci porta dall’altra parte, superando l’ostacolo, mentre ci obbliga ad accettare un percorso univoco tra i tanti possibili. Abbiamo attraversato il ponte con sguardo distratto o sognante o concentrati sulla texturologia del sanpietrino, abbiamo accelerato il passo per raggiungere l‘altra parte o ci siamo fermati a scambiare parole, abbiamo cercato di scorgere al di la’ del ponte, oltre l’orizzonte gli elementi strutturanti l’immagine della città’. Il passaggio di un treno scombina le nostre sensazioni e il suo fischiare rimescola le nostre riflessioni. La scelta progettuale di una disposizione opposta al ponte esistente è frutto delle considerazioni fatte sul ruolo del ponte e sulla futura copertura del vallo. Abbiamo cercato cosi’ di preservare il ruolo e la consistenza del manufatto esistente insieme alle richieste del bando di creare un luogo di incontro e sosta. Un luogo sospeso sul vallo metafora e segno di una condizione di predisposizione all’incontro, all’ascolto e alla comprensione della diversità’. Un involucro neutro che accentri l’attenzione del quartiere ma che ne assuma i colori, le luci e le aspirazioni. Un involucro neutro orizzonte e meta dei flussi urbani, visibile sia che ci si trovi in auto o che si cammini lungo le vie del quartiere o che ci si trovi in casa, negli alti edifici del quartiere. Un involucro che, nell’ipotesi suggerita di copertura del vallo si apra a percorsi nuovi e non obbligati e che disciplini la futura densificazione delle superfici nuove. Il nuovo elemento costituisce insieme al manufatto preesistente un sistema nuovo che conserva il ruolo di ponte per l’attraversamento e considera nuovi spazi per la vita di quartiere. Questo nuovo spazio in equilibrio tra memoria e progetto contemporaneo è segnato dall’utilizzo del sanpietrino come geometria viva a costruire la pedana sulla quale si svolgeranno gli attraversamenti e le soste. Questa composizione è ripresa ed esplosa anche nella disposizione degli elementi luminosi sul nuovo involucro e sulla futura piazza a costituire una costellazione di segni sempre reinterpretabili e nuovi.


Google+Share on FacebookTweet about this on Twittershare on TumblrEmail to someone
Related projects
BCC

Concorso di progettazione per la realizzazione del Bamiyan Cultural Centre, Afghanistan (2015).

SWM

Concorso di progettazione per la realizzazione della stazione metropolitana di Solntsevo, Mosca (2014).

ANR

Concorso di progettazione per la realizzazione di un asilo nido di 60 bambini e attrezzature parco pubblico a Roma, progetto 3° classificato (2013).

Nuova Fabbrica L’Aquila

Progetto per la riqualificazione, rinnovamento e riuso di un edificio industriale a L’Aquila (2013).


FARFALLE METROPOLITANE

Micro farfalle metropolitane a san Lorenzo, Open House Roma (2013).

EXPO2015

Concorso di progettazione per il padiglione Italia, Expo di Milano 2015, progetto 9° classificato (2013).

ESQ

Concorso di progettazione “Idee per l’Esquilino”, Roma, progetto finalista (2012).

COOP T

Progetto per la riqualificazione, rinnovamento e riuso di spazi nel quartiere Pigneto, Roma (2011).


Land Haus Bozen

Concorso per il progetto per la nuova sede della provincia di Bolzano, seconda selezione (2010).

PontePigneto

Concorso di idee progettisti under 40, progetto per un ponte pedonale a Roma, progetto 1° classificato (2010).